Prestiti a Cattivi Pagatori

Ottieni un Prestito senza difficoltà

Richiedi il Preventivo Senza Impegno! Compila ora il Modulo Online

PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
Importo 10000
da 5.000 a 60.000
Durata 5 Anni
da 2 Anni a 10 Anni
Prosegui
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
Prosegui
PREVENTIVO GRATIS IN 1 MINUTO
Invia la Richiesta
Privacy Policy

Seguendo una politica di trasparenza e correttezza, nel rispetto della disciplina vigente e con particolare riferimento al D. Lgs. 30 giugno 2003 n.196 (Codice della Privacy).

Prestiti My Credit Agenzia in attività finanziaria Srls, P.Iva 02501930065 (denominata in seguito“My Credit”) la informa che i dati da Lei forniti potranno essere oggetto di trattamento, sempre e comunque, avendo riguardo agli obblighi di Legge sopra citati. In base all’articolo 4, comma 1, lettera A, del Codice della Privacy per trattamento deve intendersi: “qualunque operazione o complesso di operazioni, svolti con o senza l’ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l’organizzazione, la conservazione, l’elaborazione, la modificazione, la selezione, l’estrazione, il raffronto, l’utilizzo, l’interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distruzione dei dati”.

Titolare del trattamento Il titolare del trattamento è Prestiti My Credit Agenzia in attività finanziaria Srls, nella persona del suo legale rappresentante Sig. Lorenzo Maria Minucci responsabile del trattamento stesso. Finalità del trattamento I dati raccolti, trattati in modo lecito e secondo correttezza, saranno utilizzati da My Credit, previo Suo consenso, solo ed unicamente per le finalità istituzionali qui di seguito descritte:

  • per fornire i servizi presentati sui siti gestiti da My Credit o da altre società appartenenti al medesimo titolare,principalmente legati alla comparazione, all’ottenimento di proposte commerciali ed alla richiesta di finanziamenti offerti da banche o società finanziarie;
  • per fornire a quelle società (in primo luogo banche o società finanziarie) con cui My Credit o altra società appartenente al titolare ha stipulato/stipulerà accordi commerciali le informazioni necessarie all’erogazione dei servizi da Lei richiesti;
  • per l’attività di valutazione creditizia, anche per il tramite di verifiche incrociate, condivisione ed aggiornamento continuo e reciproco di dati, con banche dati esterne, e/o con quelle società (cosiddette Centrali Rischi) cui My Credit e/o i suoi partner commerciali (principalmente banche o società finanziarie) ricorrono/ricorreranno per integrare la valutazione del credito;
  • per verificare il livello di soddisfazione della clientela di My Credit e/o di quelle società (principalmente banche o società finanziarie) con cui My Credit ha stipulato/stipulerà accordi commerciali;
  • per proporre eventuali nuove offerte di estensione del servizio erogato da My Credit o da altre società appartenenti al medesimo titolare e/o da parte di quelle società (principalmente banche o società finanziarie) con cui My Credit ha stipulato/stipulerà contratti commerciali e più in generale per le attività di fidelizzazione della clientela;
  • per la comunicazione commerciale, l’offerta di prodotti o servizi, l’invio di materiale pubblicitario, il compimento di ricerche di mercato da parte di My Credit o di altre società appartenenti al medesimo titolare, attraverso lettere, telefono, posta elettronica, ecc.;
  • per la comunicazione commerciale, l’offerta di prodotti o servizi, l’invio di materiale pubblicitario, il compimento di ricerche di mercato da parte di società terze – a cui i dati stessi potranno essere ceduti – attraverso lettere, telefono, posta elettronica, ecc.;
  • per eseguire in generale gli obblighi di legge. My Credit non procederà alla raccolta o al trattamento di dati sensibili (ad esempio iscrizione a sindacati, partiti o altre associazioni, dati relativi alla salute).

Tali dati potranno però essere successivamente acquisiti e trattati dalle banche o dalle società finanziarie che dovranno valutare ed eventualmente erogare i finanziamenti, sempre nei limiti in cui tale trattamento sia strumentale per la specifica finalità perseguita dall’operazione o dai servizi richiesti. Le comunichiamo che Lei è libero di prestare o meno il Suo consenso al trattamento dei dati personali per le finalità sopracitate. Tuttavia, è nostro obbligo informarla che il Suo eventuale rifiuto a tale consenso comporterà l’impossibilità da parte di My Credit di erogarle il servizio richiesto, fatto salvo quanto previsto dall’art. 7, comma 4, del Codice della Privacy in caso di Sua opposizione “al trattamento dei dati personali che la riguardano ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale”.

Categorie di soggetti ai quali i dati potranno essere comunicati: I dati da Lei forniti potranno essere comunicati in forza delle finalità sopra descritte a:

  • società appartenenti al medesimo titolare di My Credit.
  • società che svolgono servizi bancari e finanziari con cui My Credit o altra società appartenente al medesimo titolare ha stipulato/stipulerà accordi commerciali (principalmente banche o società finanziarie) per l’esecuzione delle disposizioni da Lei ricevute, ovvero, per l’erogazione dei servizi da Lei richiesti;
  • società di valutazione creditizia ed enti interbancari che rilevano i rischi finanziari (cosiddette Centrali Rischi), tra cui in particolare CRIF S.p.A. , Centrale di Tutela del Credito e Experian S.p.A.;
  • società di servizi per l’acquisizione, la registrazione e il trattamento di dati rivenienti da documenti o supporti forniti od originati dagli stessi clienti e aventi a oggetto lavorazioni massive relative a pagamenti, effetti, assegni e altri titoli;
  • società che svolgono attività di trasmissione, imbustamento, trasporto e smistamento delle comunicazioni alla clientela;
  • società che svolgono servizi di archiviazione della documentazione relativa ai rapporti intercorsi con la clientela;
  • società di gestione di sistemi nazionali e internazionali per il controllo delle frodi ai danni delle banche e degli intermediari finanziari;
  • società di recupero crediti;
  • società di gestione dei servizi di pagamento, di carte di credito etc.;
  • società incaricate di attività di revisione;
  • società di rilevazione circa: qualità dei servizi forniti, soddisfazione della clientela, offerta di nuovi prodotti etc;
  • società con cui My Credit ha stipulato/stipulerà accordi finalizzati all’offerta commerciale di beni o servizi da parte di dette società o di soggetti terzi.

Modalità di trattamento dei dati:

My Credit assicura l’utilizzo di strumenti idonei a garantire la assoluta sicurezza e riservatezza dei dati personali da Lei forniti. ll trattamento dei dati potrà essere effettuato attraverso strumenti manuali, informatici o telematici atti a memorizzare gestire e trasmettere i dati stessi. Il sito è protetto da un firewall che blocca l’accesso ad eventuali malintenzionati; inoltre, controlli interni del software di navigazione impediscono accessi al sito non conformi alle sue specifiche di funzionamento. Per la misurazione dell’efficacia e dell’adeguatezza del servizio offerto My Credit raccoglie informazioni dal web browser utilizzato dei suoi utenti (indirizzo IP, sistemi operativi) e utilizza una soluzione tecnologica (“cookies”) in grado di comprenderne le modalità di navigazione. Ciascun utente ha la possibilità di disattivare l’utilizzo dei “cookies” in qualsiasi momento direttamente sulle impostazioni del proprio browser. My Credit segnala che, in caso di disattivazione, l’utente non sarà in grado di navigare in alcune pagine del sito.

Trasferimento dei dati all’estero I dati da Lei forniti potranno, sempre nel rispetto delle finalità e nelle modalità indicate, essere trasferiti al di fuori del territorio nazionale, in particolare – ma non solamente – verso i paesi appartenenti all’Unione Europea. Diritti dell’interessato My Credit, nel pieno rispetto delle previsioni dell’articolo 7 e 8 del Codice della Privacy, La informa che Lei ha diritto:

  • a conoscere l’esistenza di dati personali che La riguardano, che devono essere messi a Sua disposizione in forma intelligibile;
  • a conoscere l’origine dei dati che La riguardano;
  • a conoscere le finalità e le modalità del trattamento;
  • a conoscere la logica applicata in caso di trattamento effettuato con strumenti elettronici;
  • a conoscere gli estremi del titolare e dei responsabili del trattamento;
  • a conoscere i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati;
  • all’aggiornamento, rettificazione o integrazione dei dati personali che La riguardano;
  • alla cancellazione, alla trasformazione in forma anonima o al blocco dei dati personali che La riguardano, il cui trattamento non fosse stato correttamente autorizzato;
  • ad opporsi per motivi legittimi al trattamento dei dati ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
  • ad opporsi al trattamento dei dati previsto ai fini dell’invio di materiale pubblicitario o ai fini di informazione commerciale.

Per esercitare i diritti di cui all’articolo 7 del Codice della Privacy testé riassunti, il cliente potrà rivolgersi a My Credit secondo le modalità previste dall’articolo 9 del medesimo codice, e preferibilmente a mezzo lettera raccomandata A/R, così indirizzata:

Prestiti My Credit Agenzia in attività finanziaria Srls Att.ne Responsabile Trattamento Dati Spalto Marengo, 1 – 15121 Alessandria

prestiti cattivi pagatori

Se in passato hai ottenuto un prestito ma hai avuto qualche problema a rimborsare le rate, potresti essere segnalato nell’elenco dei cattivi pagatori. Gli istituti di credito e le società finanziarie possiedono e mantengono aggiornati degli elenchi dove vengono segnalate le persone con un basso indice di affidabilità.

Questi database possono essere la banca dati CRIF, che significa Centrale Rischi Finanziari, oppure il CTC, Consorzio tutela del Credito.


Alle persone che compaiono in questi elenchi spesso viene negata la possibilità di accedere ad altri finanziamenti. In situazioni meno restrittive, per ottenere un prestito, vengono richieste garanzie aggiuntive rispetto a chi non ha mai avuto problemi finanziari.
Si tratta di una forma di tutela aggiuntiva che richiede chi eroga prestiti per tutelarsi da possibili perdite. Queste garanzie aggiuntive possono essere sia di natura patrimoniale che di altro tipo.
Nel primo caso può essere messo a garanzia la proprietà di un immobile, ma si tratta di situazioni poco frequenti.
Il caso più comune consiste nel poter mettere a garanzia, per ottenere un prestito, il proprio lavoro. Sembra una cosa strana, ma si tratta proprio di una formula pensata per chi lavora con un contratto a tempo indeterminato che garantisce di ricevere un reddito.
Questa forma di finanziamento è conosciuta con il nome di Cessione del Quinto, perché la quinta parte del proprio stipendio può essere trattenuta per pagare la rate del prestito.
È proprio questa modalità che garantisce il creditore, in quanto la rata viene pagata dal datore di lavoro trattenendola dallo stipendio.

I Prestiti Cattivi Pagatori sono quindi un problema risolvibile.
Durante la propria vita ci possono essere stati periodi di scarsa liquidità che hanno impedito di mantenere fede ai propri impegni. Con la Cessione del Quinto viene data una possibilità di ottenere un finanziamento anche ai protestati o a chi è segnalato come cattivo pagatore.
Il requisito fondamentale è quello di trovarsi in una situazione lavorativa stabile e sicura.
La trattenuta del Quinto dello stipendio infatti deve essere garantita, oltre che dal contratto, anche dalle condizioni oggettive della stessa affidabilità dell’azienda per cui si lavora.
Nel caso dei dipendenti pubblici o degli statali il problema non si pone: il datore di lavoro è garantito al 100%. Per chi lavora per aziende private la situazione deve essere verificata.

Prima di tutto l’azienda deve avere almeno 15 dipendenti, deve presentare un bilancio positivo e non deve avere in corso richieste di Cassa Integrazione Guadagni (CIG).
Come per le persone fisiche, anche le aziende vengono catalogate per una serie di fattori che ne definiscono l’affidabilità. Più l’indice di affidabilità è alto, minore sarà il costo assicurativo che deve coprire il rischio di perdita.
Quindi anche i Cattivi Pagatori possono ottenere un finanziamento con la Cessione del Quinto. Però prima di richiedere un nuovo finanziamento, se ci sono dubbi sulla propria situazione creditizia, è buona cosa accertarsi presso il Sistemi di Informazione Creditizia se il proprio nome è presente negli elenchi delle banche dati.
Se questa situazione è stata superata da un certo periodi di tempo, è anche possibile che siano trascorsi i termini per la cancellazione. In questo caso il vostro nominativo non risulterà più nell’elenco e si potrà effettuare una nuova richiesta fi prestito.

Oltre alla Cessione del Quinto, con una formula simile a questa, in determinati casi, è possibile ottenere un ulteriore trattenuta del quinto dello stipendio con una formula denominata Delegazione di pagamento. Questa consiste nella trattenuta di un secondo quinto dello stipendio che può essere ridotto fino al 40%.
Anche in questo caso, qualora in passato ci siano stati problemi di rispetto delle scadenze di pagamento e si è stati segnalati come Cattivi Pagatori, con la Delegazione di Pagamento si può ottenere ugualmente il prestito.
Prestiti Cattivi Pagatori è una esigenza che deve essere tutelata anche per chi in passato ha avuto delle difficoltà finanziarie, anche nel rispetto delle necessità delle società finanziarie.
Se, come abbiamo visto, chi è in possesso di un contratto di lavoro che lo consente può ottenere un prestito con la Cessione del Quinto anche se segnalato come Cattivo pagatore, chi non ha questo requisito come può ottenere un finanziamento?

Esistono diverse forme alternative alla Cessione del Quinto, e sono più impegnative dal punto di vista legale. Il Prestito Cambializzato prevede l’emissione di cambiali a fronte della erogazione di un capitale. Questo deve essere restituito con un importo costante, mensilmente, a tasso fisso e per una durata massima di 120 mesi.
La cambiale è un titolo esecutivo che prevede il pignoramento dei beni del debitore in caso di mancato pagamento delle rate.
Esistono poi delle forme di Prestiti Veloci e di Prestiti Assistiti, ma si tratta di forme creditizie per somme di piccola entità e che richiedono una attenta istruttoria.
Per i Prestiti Cattivi Pagatori la migliore soluzione risulta sempre essere la Cessione del Quinto, qualora se ne possiedano i requisiti.

Cerca nel sito
Tag più popolari
Cerca nel sito
Tag più popolari
RICHIEDI UN PREVENTIVO